PERCHE' CI AMMALIAMO?

PERCHE' CI AMMALIAMO?

Perché ci ammaliamo? Da dove proviene il disequilibrio? E perché le solite sofferenze sembrano non lasciarci mai?
Rispondere a queste domande richiede una grande ambizione, essendo argomento di dibattito sia nella scienza antica che in quella contemporanea. Utilizzando gli studi disponibili e le competenze acquisite, cercheremo di offrire una spiegazione.
Come abbiamo precedentemente illustrato, gli atomi che compongono le cellule del nostro corpo hanno un campo magnetico che genera una specifica frequenza. Di conseguenza, sono sensibili a tutte le variazioni magnetiche esterne. Quando si interrompe l'equilibrio tra elettroni (cariche negative) e protoni (cariche positive) all'interno degli atomi, si verifica uno squilibrio che si manifesta in una risposta biochimica a livello tissutale e, in alcuni casi, in una condizione patologica.
Ma quali sono le cause esterne che inducono la perdita di omeostasi nel nostro organismo? Adottare uno stile di vita sano, seguire una corretta alimentazione, garantire un adeguato apporto d'acqua in termini di qualità e quantità e evitare l'assunzione di sostanze tossiche non sempre sono sufficienti per proteggere la nostra salute.
È fondamentale comprendere che il "Campo Magnetico Terrestre" gioca un ruolo cruciale nella nostra vita. Le variazioni dei campi magnetici terrestri nell'atmosfera influenzano lo stato di salute degli organismi viventi, spiegando perché sperimentiamo spesso gli stessi disturbi in determinati ambienti e condizioni. Ma come avviene tutto ciò? E come possiamo rimanere sempre protetti e in armonia con il campo magnetico terrestre?
Per rispondere a queste domande, è necessario fornire alcune nozioni tecniche basate sulle informazioni della NASA. Tra l'ionosfera e la crosta terrestre si verifica una differenza di cariche magnetiche nell'ambiente in cui viviamo, noto come "Risonanza di Schumann". Questo fenomeno, scoperto dal fisico tedesco che per primo riuscì a misurarlo matematicamente nel 1952, genera tre tipi di frequenze: 7.83 Hz, 14.1 Hz e 20.03 Hz.
La frequenza di 7.83 Hz è definita la "Frequenza Fondamentale" o "Frequenza di Schumann", ed è la principale regolatrice dei processi biologici del nostro pianeta. Si ritiene che grazie a questa frequenza la vita sia stata possibile sulla Terra. Diversi fattori, come l'attività dei fulmini, i venti solari, l'attività tellurica e altri eventi che alterano il campo magnetico, noti come geopatie (dal greco "geos" che significa terra e "patos" che significa soffrire), possono modificare la frequenza di Schumann sulla Terra. L'esposizione prolungata a una frequenza diversa da quella di Schumann può causare disequilibri nel nostro organismo.
La NASA ha confermato questa teoria: gli astronauti nello spazio, non protetti dalla Risonanza di Schumann e dal campo magnetico terrestre, hanno riscontrato un significativo peggioramento delle loro condizioni di salute. Il problema è stato risolto con l'introduzione dello "Schumann Simulator" in ogni navicella spaziale, un generatore di impulsi magnetici che riproduce la frequenza di Schumann, simile al nostro EarthBeat Ambient.
Ciò dimostra che non possiamo godere di una buona salute se siamo disconnessi dalla frequenza biologica della Terra che ci protegge.
date un'occhiata ai nostri risonatori di schumann: https://green-shield.it/collections/frequenze-di-schumann
Back to blog